Barbari #1 Philippe Daverio

Per ammazzare la noia e il caldo giugnini cerco su YouTube qualche intervista delle Invasioni Barbariche. Adoro questo genere di conversazione informale, perché mi permette di cogliere l’umanità dei protagonisti, oltre ad aiutarmi a capire meglio il mondo e a sentirmi meno sola.


La prima intervista che scelgo è quella fatta a Philippe Daverio, pubblicata il 19 marzo 2015. L’estroso critico d’arte parlerà del legame basilare tra politica e senso pratico, di come va l’Italia e del sogno di un’Europa mediterranea.  

734b322f-f805-437f-9131-36e8149af3a8_large

Il personaggio fa il suo ingresso nello studio con la consueta mise buffa completa dell’immancabile papillon. Alla prima domanda della Bignardi sulla scelta di quello stile stravagante, Daverio, con la sua caratteristica voce che ricorda un gorgoglio, cita dal mondo animale la tradizionale prevalenza di colori nell’esemplare maschio in contrapposizione all’assoluta sobrietà di quello femminile. Paradigma, questo, capovolto in seguito dall’avvento della società moderna.

Daverio cita poi la sua breve parentesi politica: «Ci sono quelli che capiscono che la politica è un mestiere, e ci son quelli come me che reputano che sia una vocazione». Ricorda quindi uno scontro avuto anni prima con Salvini: «Io ho sempre una certa diffidenza di fronte ai politici che non hanno mai lavorato un unico giorno nella loro vita» spara. «Perché almeno una piccola esperienza… in un ufficio, non lo so…» e qui scoppia l’applauso del pubblico «… a vender le pizze… Un momento di connessione con il mondo concreto è necessario. Altrimenti è una sorta di percorso sacerdotale, in un sacerdozio improbabile. La politica deve avere un po’ di rapporto con la realtà, uno dev’essere andato in città una volta, aver comprato una cosa, pagato un’altra, lavorato, preso l’orario dicendo “Se non arrivo mi licenziano”, cioè aver capito com’è il mondo, se no dove vive?»

“Un momento di connessione della politica con il mondo concreto è necessario. Altrimenti è una sorta di percorso sacerdotale, in un sacerdozio improbabile.”

Si tocca poi l’argomento – ormai datato– Expo 2015. Daverio ricorda di aver rifiutato ogni tipo di incarico: «Non voglio entrare in quel gioco. Come sempre succede in Italia, questo è un luogo dove si distribuiscono tanti favori agli amici, ai parenti… È così che deve essere, l’Italia è fatta così.» «Ma ci dobbiam rassegnare che l’Italia sia fatta così?» chiede la Bignardi. «Sì, sì.»

Adoro quest’uomo. Persino quando più avanti, alla domanda «Salvini o Berlusconi?», risponde «Preferisco quasi Berlusconi. Perché in fondo Berlusconi si capisce gli interessi che difende – i suoi. E poi c’è un ultimo motivo, che per me è fondamentale: io sono europeista. Mi piace l’Europa. Io credo nella civiltà europea perché è la civiltà nella quale siamo sorti. Non credo all’Europa dell’euro. Vorrei un’Europa molto più forte, molto più colta, la vorrei integrata, integrativa; mi piacerebbe che i greci fossero in Europa e che noi parliamo ai greci perché sono incapaci di produrre. Ma tutti noi abbiamo in un qualche modo la parola greca in testa e abbiamo visto l’Acropoli. Questo è il nostro mondo, è il più bel mondo che esista, e mi piacerebbe un giorno che la Tunisia fosse in Europa, mi piacerebbe che una parte del Nord Africa fosse in Europa, mi piacerebbe che la Turchia fosse in Europa e mi sono arrabbiato con i milanesi che hanno rubato l’Expo ai turchi per farla a Milano – perché l’Expo inizialmente doveva essere a Smirne – perché l’Expo a Smirne avrebbe consentito di far entrare una parte del mondo islamico nel culto europeo. L’Europa è una cosa che comprende anche il Mediterraneo ed è l’unica strada che noi abbiamo per creare una grande forza, avanzata, evoluta, a livello mondiale.»

L’intervista completa: https://www.youtube.com/watch?v=xqHhZmk4-_A
Immagine: Lettera43
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...